Periti Agrari Umbria

La struttura organizzativa della nostra associazione con l'elenco dei membri del consiglio

Elenco completo degli iscritti all'albo con schede dettagliate consultabili online

Ultime News

31 gennaio 2023 - Invito "CSR....in cammino - Istruzioni per l´uso" - Amelia

Si comunica l´evento sul CSR previsto per il 20/01/2023 alle ore 16.30 presso la Sala Boccarini di Amelia è stato posticipato al giorno 31/01/2023 sem...

01/02/2023 - Convegno Piano UE “Fit for 55%” in diretta dal Parlamento Europeo di Bruxelles con la partecipazione del Presidente Nazionale - evento accreditato

Si comunica che il 01/02/2022 si terrà il convegno che vedrà il Presidente Nazionale Mario Braga, in rappresentanza di tutti i periti agrari, partecip...

3-4 febbraio 2023 - Corso di AVVIAMENTO "Periti estimatori danni da avversità atmosferiche" - ITA VEGNI CORTONA (AR)

Con la presente si comunica che, nell’ambito del progetto di collaborazione tra la rete di Istituti Agrari, anche quest’anno ripartono i corsi per "Pe...

Convenzione Beta Formazione per corsi e-learning - anno 2023

Si comunica che il Collegio ha rinnovato anche per l’anno 2023 la convenzione per usufruire dei corsi in e-learning con l’azienda Beta Formazione Srl....

Storia

Con l'emanazione del Regio Decreto 2365/29, relativo al Regolamento dell'esercizio della professione di Perito Agrario, viene istituita la figura professionale del perito agrario. L'attività dei Periti Agrari in Umbria risale alla costituzione del Collegio, avvenuta il 29 luglio 1931, con l'ammissione, da parte del Tribunale di Perugia di n. 10 iscritti.

Agli inizi i periti agrari si configurarono essenzialmente come amministratori d'aziende agrarie molto richiesti nell'Italia centrale da medie e grandi aziende agrarie, di proprietà di enti pubblici e nobili famiglie. Solo alcuni si dedicavano a lavori di stima di fondi rustici, dei tabacchi, danni da calamità naturali, lavori catastali e topografici, miglioramenti fondiari, divisioni patrimoniali, usi civici, lavori di stima e inventari di consegna nei trapassi colonici, abbinando queste attività all'amministrazione di piccole proprietà.

Nel dopoguerra alcuni periti agrari iniziano a creare veri studi tecnici interessandosi, oltre alle attività sopra menzionate, anche a lavori di costruzione (non solo agrarie). In seguito la professione è stata regolarizzata con l'approvazione del nuovo ordinamento professionale (Legge 464/68). La sede del Collegio dei Periti Agrari è in Borgo XX Giugno 74 dal mese di gennaio dell'anno 1985.



Consiglio
Copyright © 2017